create a website

LA COLTIVAZIONE

Oggi sono pochi i produttori che ancora coltivano l'Aglione: piccole aziende che in mancanza di adeguata comunicazione non hanno trovato un valido sbocco commerciale oppure privati che, conoscendone i pregi, per proprio uso, ne tramandano la tradizione e la passione.

LA SEMINA

La semina dell'Aglione avviene tra la seconda metà di Ottobre e la prima metà di Novembre mettendo a dimora i singoli spicchi con il capo rivolto verso l’alto ad una distanza regolare.
Durante la crescita vanno eliminate le erbe infestanti e quando la pianta inizia a germogliare deve essere eliminato il bulbo florale.

IL TERRENO

In base al terreno che deve essere sciolto, sabbioso, di medio impasto, senza ristagni d’acqua ma umido nel sottosuolo si adotteranno delle adeguate concimazioni che permetteranno di ottenere “teste” di Aglione di maggiore o minore dimensione.

LA CRESCITA

La crescita, lenta e continua, si caratterizza per le foglie molto allungate  piatte. In estate, quando il fogliame comincia a seccare, la pianta produce sottili fusti che all'apice portano infiorescenze di forma sferica.

LA RACCOLTA

La raccolta dell'Aglione avviene tra Giugno e Luglio e il prodotto va conservato in luogo asciutto, ben ventilato e in ombra al riparo dai raggi solari.

LA BELLEZZA DELL'AGLIONE

Una volta seccato, legato a mazzetti o in forma sciolta, l'Aglione presenta un indubbio fascino, in grado di caratterizzare qualsiasi cesto di ortaggi. FOTOGRAFIE >