bootstrap buttons

I PICI

Il modo migliore per iniziare a parlare dell'aglione è quello di dire due parole sui Pici.

I PICI ALL'AGLIONE

I Pici sono una sorta di grossi spaghetti fatti con pochi ingredienti genuini e destinati ad essere consumati nella stessa giornata o, tuttalpiù, entro il giorno successivo. A seconda delle zone, dei centri urbani o delle fattorie, tradizionalmente possono essere conditi solamente in tre modi:
con ragù a base di coniglio (detto conigliolo in alcune zone della Val di Chiana Senese);
con ragù di nana (si chiama così l'anatra in tutta la valle);
con sugo all’Aglione.
Con altri condimenti non si può parlare di Pici tradizionali, ma soprattutto è tempo perso, anche se una quarta ricetta, meno diffusa, e molto meno nota, non può essere ignorata, perché è una pagina di storia delle nostre campagne – e per noi le tradizioni vanno quantomeno ricordate.
Ci stiamo riferendo ai “Pici con le briciole”. In questo piatto i Pici, alimento povero delle nostre campagne, sono abbinati ad un condimento ancora più povero, che le brave “massaie” di un tempo si inventavano usando il pane (quello più vecchio), che “sbiriciolavano” e saltavano in padella con un goccio d’olio di oliva. Aggiungiamo solo che, se saputo fare, il piatto è estremamente gustoso e che il “condimento con le briciole” era usato anche per altri generi di pasta: quelli che al momento erano in casa.

Questi sono in breve i Pici. Ma per quanto riguarda l'Aglione non bisogna identificarlo esclusivamente nel sugo all'aglione, giacché il suo utilizzo in cucina può essere esteso… a piacere: perché, in effetti,  è veramente un piacere!

Per gli esteti e gli amanti dell'arte proponiamo l'utilizzo dell'aglione come complemento d'arredo: vedi foto in basso.

Pici all'aglione, olio e peperoncinio
Composizione con Aglione

LA BELLEZZA DELL'AGLIONE

Interpretazioni e giochi estetici, con la presenza dell'Aglione di Valdichiana, proposti con l'intento di far conoscere un prodotto poco noto